26.1.12

Beauty tip: correttore

Immagine presa dal web

Secondo appuntamento di Beauty tip (QUI trovi quello precedente), oggi parliamo del correttore.
Ebbene, il correttore è un prodotto molto importante per la buona riuscita di un make up: nasconde i difetti, quali brufoli o macchie, copre le occhiaie, insomma elimina le discromie che il solo fondotinta non è riuscito a togliere.
Come per il fondotinta, anche la scelta del correttore deve essere particolarmente oculata, così da evitare di evidenziare ancor di più il difetto invece di coprirlo.
Ci sono due tipi di formulazioni di correttori, ognuno maggiormente indicato per una zona del viso.



  • Fluidi: si trovano in tubetto, in stilo o in jar simil lip gloss. Sono per lo più indicati per la zona delle occhiaie, in quanto è più facile da stendere in questa zona in cui la pelle è molto sottile ed evita così che con il passare del tempo questo vada nelle pieghette, evidenziando ancor di più la zona. Va fissato con un prodotto in polvere (cipria). Si può applicare con il pennellino in dotazione, uno da sfumatura o picchiettarlo con le dita o una spugnetta.
  • Cremosi: lo si trovano in jar tipo ombretto e in stick. Hanno una coprenza maggiore rispetto a quelli fluidi e sono più indicati per le zone del viso che hanno macchie o brufoletti. Va fissato con un prodotto in polvere (cipria). Si può applicare con un pennello a setole sintetiche molto fitte (simile a quello per il fondotinta), con un pennello da sfumatura, con le dita o la spugnetta. Solitamente va lavorato un po', riscaldandolo tra le dita o sul dorso della mano, per essere facilitate nell'applicazione.
  • Minerali: sono quelli con una coprenza più blanda, si presentano in polvere e possono essere utilizzati su tutto il viso senza creare problemi. Inoltre non è necessario fissarli con un prodotto in polvere e si applicano con un pennello di tipo eyebuki.
  • Illuminanti: sono l'ultima novità, si presentano sotto forma di pennino stilo e sono fluidi. La coprenza non è molto alta, posso considerarsi un'aggiunta da applicare dopo il correttore per illuminare zone che si trovano naturalmente "in ombra" come le occhiaie.

La scelta del colore è un momento fondamentale, in quanto bisogna tenere in conto che le varie discromie, macchie e zone che vogliamo coprire, hanno un colore diverso e per eliminarle abbiamo bisogno di utilizzare il colore complementare, quindi verde per rossori, giallo arancio per le occhiaie viola bluacee e così via. Clicca QUI per la tabella dei colori complementari.
In commercio si trovano diverse palette contenenti correttori di vari colori, ma nel caso non si volessero acquistare, è anche possibile ricrearselo a casa, con un correttore che già abbiamo, basta prenderne un po' e mischiarlo con un ombretto del colore che vogliamo ottenere e voilà, il gioco è fatto!
Ma attenzione! L'ombretto deve essere OVVIAMENTE opaco, senza sbrillini e tutto il resto! :)

Va ricordato inoltre, che il correttore va applicato dopo il fondotinta liquido, ma prima di quello in polvere!

Spero che questo post vi sia stato utile, il prossimo argomento trattato dalla rubrica sarà la cipria.
Un bacio, Sara.


Follow my blog with Bloglovin

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Beauty tip: correttore

Immagine presa dal web

Secondo appuntamento di Beauty tip (QUI trovi quello precedente), oggi parliamo del correttore.
Ebbene, il correttore è un prodotto molto importante per la buona riuscita di un make up: nasconde i difetti, quali brufoli o macchie, copre le occhiaie, insomma elimina le discromie che il solo fondotinta non è riuscito a togliere.
Come per il fondotinta, anche la scelta del correttore deve essere particolarmente oculata, così da evitare di evidenziare ancor di più il difetto invece di coprirlo.
Ci sono due tipi di formulazioni di correttori, ognuno maggiormente indicato per una zona del viso.



  • Fluidi: si trovano in tubetto, in stilo o in jar simil lip gloss. Sono per lo più indicati per la zona delle occhiaie, in quanto è più facile da stendere in questa zona in cui la pelle è molto sottile ed evita così che con il passare del tempo questo vada nelle pieghette, evidenziando ancor di più la zona. Va fissato con un prodotto in polvere (cipria). Si può applicare con il pennellino in dotazione, uno da sfumatura o picchiettarlo con le dita o una spugnetta.
  • Cremosi: lo si trovano in jar tipo ombretto e in stick. Hanno una coprenza maggiore rispetto a quelli fluidi e sono più indicati per le zone del viso che hanno macchie o brufoletti. Va fissato con un prodotto in polvere (cipria). Si può applicare con un pennello a setole sintetiche molto fitte (simile a quello per il fondotinta), con un pennello da sfumatura, con le dita o la spugnetta. Solitamente va lavorato un po', riscaldandolo tra le dita o sul dorso della mano, per essere facilitate nell'applicazione.
  • Minerali: sono quelli con una coprenza più blanda, si presentano in polvere e possono essere utilizzati su tutto il viso senza creare problemi. Inoltre non è necessario fissarli con un prodotto in polvere e si applicano con un pennello di tipo eyebuki.
  • Illuminanti: sono l'ultima novità, si presentano sotto forma di pennino stilo e sono fluidi. La coprenza non è molto alta, posso considerarsi un'aggiunta da applicare dopo il correttore per illuminare zone che si trovano naturalmente "in ombra" come le occhiaie.

La scelta del colore è un momento fondamentale, in quanto bisogna tenere in conto che le varie discromie, macchie e zone che vogliamo coprire, hanno un colore diverso e per eliminarle abbiamo bisogno di utilizzare il colore complementare, quindi verde per rossori, giallo arancio per le occhiaie viola bluacee e così via. Clicca QUI per la tabella dei colori complementari.
In commercio si trovano diverse palette contenenti correttori di vari colori, ma nel caso non si volessero acquistare, è anche possibile ricrearselo a casa, con un correttore che già abbiamo, basta prenderne un po' e mischiarlo con un ombretto del colore che vogliamo ottenere e voilà, il gioco è fatto!
Ma attenzione! L'ombretto deve essere OVVIAMENTE opaco, senza sbrillini e tutto il resto! :)

Va ricordato inoltre, che il correttore va applicato dopo il fondotinta liquido, ma prima di quello in polvere!

Spero che questo post vi sia stato utile, il prossimo argomento trattato dalla rubrica sarà la cipria.
Un bacio, Sara.


Follow my blog with Bloglovin

Share This Article:

,

CONVERSATION

0 commenti :

Posta un commento